Nessun obbligo di Green pass (una dose di vaccino, tampone negativo o guarigione da Covid) per i clienti di hotel, b&b, case vacanze, camping, ecc. (clicca qui) però gli albergatori ci tengono lo stesso a dire la loro sulla campagna vaccinale e intervengono sul dibattito ‘in corso’ circa l’introduzione di una forma di obbligatorietà per il personale che lavora presso reception, piani, camere, sale, cucine, ecc.

Sulle pagine del quotidiano Il Mattino in edicola oggi non usa mezzi termini il presidente di Federlaberghi (Confcommercio) Bernabò Bocca, impegnato da mesi per porre in essere le condizioni per rilanciare il turismo e riportare il settore alla situazione pre-Covid:

I no vax negli hotel vanno temporaneamente messi in panchina, per usare una metafora calcistica”, dice, a seguire si spiega argomentando che per chi gestisce il personale ci vorrebbe una norma che consenta di “poterli mettere in aspettativa”. Bocca non lo dice esplicitamente ma appare chiaro che si riferisca all’aspettativa non retribuita.

Insomma un po’ quello che proponeva Confindustria, secondo le voci girate la settimana scorsa: chi non intendersi immunizzarsi può essere sospeso dal servizio senza diritto alla retribuzione.

Le dichiarazioni delle organizzazioni di rappresentanza delle imprese restano solo delle proposte di intervento normativo, per ora, direttamente indirizzate dal Governo guidato da Mario Draghi, che pochi giorni fa ha fatto sapere di voler intervenire sul tema con un nuovo decreto ma che prevederà anche il coinvolgimento dei sindacati. Secondo quanto circolato nelle scorse ore a loro potrebbe essere affidato un ruolo di ‘assistenza’ ai lavoratori per orientare il consenso, che resta sempre nelle mani del singolo lavoratore (per approfondire clicca qui).

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.