Il giorno del varo del Decreto Green pass che entrerà in vigore il 6 agosto il premier Mario Draghi aveva annunciato che il tema ‘lavoro e Green pass’ sarebbe stato affrontato in un nuovo decreto da approvare i primi giorni di agosto, previa consultazione con i sindacati.

Dopo giorni di attese l’incontro con i sindacati si è realizzato ieri, con la convocazione a Palazzo Chigi di Cgil, Cisl, Uil (per approfondire clicca qui) che tuttavia, secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero in edicola oggi, non porterà ad alcuna decisione politica:

”’e’ stato un incontro di riflessione. Non è stata presa alcuna decisione.’, fa sapere una fonte del Governo. E’ quindi praticamente da escludere che le norme sull’utilizzo del green pass nei posti di lavoro possano essere inserite nel decreto in programma tra giovedì e venerdì. La frenata dovrebbe riguardare anche i lavoratori dei settori che dal 6 agosto adotteranno (per clienti e spettatori) il lasciapassare con il Qr code, come cinema e teatri, ristoranti e bar al chiuso, palestre e piscine, fiere ed eventi, stadi e convegni. ‘L’obbligatorietà del Green pass’ fa sapere una fonte del governo, ‘rischia di creare più problemi di quanti ne risolva’”.

Dunque secondo quanto si legge sul quotidiano romano il decreto che doveva stabilire una qualche forma di obbligatorietà al Green pass per i titolari di aziende e lavoratori – per tutti i luoghi di lavoro – non sarà varato.

Pertanto – se la notizia nelle prossime ore sarà confermata – dal 6 agosto l’obbligo di avere il Green pass varrà per i clienti di ristoranti e bar (per i tavoli al chiuso), spettacoli, piscine, palestre, ecc. e non per gli addetti a questi luoghi di lavoro che potranno continuare a lavorare senza Green pass.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.