Con la sentenza del 26.07.2021, il Tribunale di Roma afferma che, all’interno di un RSA, il rifiuto di un lavoratore alla sottoposizione del vaccino anti-COVID rende la prestazione inutile ed irricevibile da parte del datore

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it