“In questi giorni si sta parlando tanto del terzo mandato del Presidente De Luca come se il problema della Campania fossero i tre mandati in capo al governatore in carica, proposta che a nostro avviso dovrà essere valutata nei tempi giusti. Al momento pensiamo che la politica debba profondere al massimo ora e subito il proprio impegno nello spendere bene le risorse comunitarie e del Pnrr in maniera collegiale ed umile, atteso che la capacità di spesa della Campania è al di sotto della doppia cifra”. E’ quanto afferma Doriana Buonavita, segretaria generale della Cisl Campania.

“Purtroppo la Campania, e lo diciamo con rammarico e con responsabilità, ha bisogno di un governo regionale competente e che rispetto alle emergenze regionali possa intervenire in maniera decisa e non con il dialogo a singhiozzo che si è registrato con le parti sociali fino ad ora. Abbiamo bisogno di politiche attive di formazione per chi perde il lavoro, di politiche industriali di riconversione intervenendo nei settori dell’automotive, dell’aerospazio, di una sanità che investa sulla medicina territoriale, politiche sociali più inclusive e rivolte ad eliminare le disuguaglianza di cura e di assistenza e più attente ai fragili e ai dimenticati.

Abbiamo bisogno in buona sostanza che un patto sociale venga finalmente reso esigibile e tangibile e soprattutto continuativo nel tempo, di un governo regionale forte, umile e pronto a condividere le scelte importanti sia per colmare il gap strutturale esistente bloccando in primis la fuga dei cervelli e recuperare il capitale umano andato via, sia per creare le condizioni affinché le imprese in Campania siano forti e creino quell’occupazione che a noi serve, senza tralasciare il capitolo della precarietà che tiene dentro i Lsu, le comunità montane e la sanità, perché non si può assistere allo scaricabarile tra Regione e Governo. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità” conclude Buonavita

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it