Quest’anno il giorno di Ferragosto, dalla legge e dai contratti collettivi indicato come la ‘Festa dell’Assunzione’, costituisce una festività cadente di domenica.

In premessa occorre ricordare che la legge 260/1949 (modificata dalla legge 90/1954), prevede che «qualora la festività ricorra nel giorno di domenica, spetterà ai lavoratori stessi, oltre la normale retribuzione globale di fatto giornaliera, compreso ogni elemento accessorio, anche una ulteriore retribuzione corrispondente all’aliquota giornaliera».

In altri termini se la festività non coincide con la domenica il lavoratore ha diritto ad un giorno di riposo in più, il giorno della festività. Come accade anche per le festività del 2 giugno, 25 aprile e 1° maggio.

Ferragosto coincidente con domenica: come viene pagato a chi lavora

Sulla base di questa norma la festività cadente di domenica viene retribuita in aggiunta alla normale retribuzione – di fatto un giorno di paga in più per il lavoratore – e ciò vale:

  • per i lavoratori che hanno una retribuzione mensilizzata: il datore di lavoro deve corrispondere un’ulteriore quota giornaliera di retribuzione, generalmente pari a 1/26 della paga mensile;
  • per i lavoratori che hanno la paga oraria: trattamento retributivo corrispondente a 1/6 dell’orario settimanale.

Coloro che invece il giorno di lavoro sono chiamati a prestare servizio hanno diritto alla maggiorazione per il lavoro prestato nel giorno della festività, previsto dai contratti collettivi.

Ferragosto coincidente con domenica: come viene pagato a chi è in Cig

Per i lavoratori che godono del trattamento di cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario FIS/FSBA, straordinaria o in deroga, il cui orario di lavoro è nei giorni che vanno dal lunedì al venerdì, nel caso di festività coincidente con la domenica non si applica alcuna riduzione in busta paga.

Questo perchè le ore dal lunedì al venerdì sono quelle di lavoro, ovvero quelle contrattualmente destinate alla prestazione lavorativa, e la cassa integrazione non riguarda la festività che coincide con la domenica. Quindi nel caso di Ferragosto che cade di domenica il lavoratore in cassa integrazione ha diritto a una giornata retribuita in più, a carico del datore di lavoro e non a carico di Inps o fondi.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.