Il Governo ’vira’ dritto verso l’approvazione di un provvedimento che renda obbligatorio il Green pass per i lavoratori statali e per l’utenza e per i lavoratori dei settori privati, a partire da quelli nei quali già vige l’obbligo per la clientela (bar, ristoranti, cinema, palestre, eventi, fiere, trasporti, ecc.).

Secondo quanto si apprende da più fonti di stampa l’idea sarebbe quella di un ‘obbligo per gradi, che avrebbe lo scopo di consentire ai lavoratori di avere a disposizione il tempo necessario per provvedere alla vaccinazione, sebbene restino in piedi le due altre opzioni (non sempre ‘praticabili’ però) del tampone negativo o la guarigione da Covid19.

Secondo quanto si apprende dall’agenzia dei stampa Ansa.it anche il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, avrebbe confermato questa il raggiungimento di questa mediazione politica tra le forse di maggioranza, che il leader leghista Matteo Salvini continua però a mettere in discussione.

“Il segretario leghista dichiara di “non saper nulla” dell’estensione, ma la convinzione nel governo è che ormai la linea sia largamente condivisa. Anche perché giovedì in Cdm dovrebbe essere istituito il fondo per indennizzare chi sia danneggiato dai vaccini, fondo chiesto in Parlamento dalla Lega. Solo dopo un colloquio – ad ora non in agenda – di Salvini con Draghi e dopo la consueta discussione al tavolo di una cabina di regia del governo, si chiarirà meglio il perimetro dell’intervento”.

Dunque la Lega avrebbe chiesto l’istituzione di un ‘Bonus’ per risarcire coloro che sono stati danneggiati dai vaccini. Insomma un modo per far salva la posizione di chi ottemperando ad un obbligo di legge o ad una forte raccomandazione (come nel caso del Green pass) ha accettato di sottoporsi al vaccino e allo stesso tempo subendo dei danni.

Una normativa su questo però già esiste ed è stata istituita con la Legge 210 del 1992 che riconosce un indennizzo ai soggetti danneggiati in modo irreversibile da vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati infetti.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.