Con le risorse in arrivo, provenienti dal Pnrr, si allargano le opportunità occupazionali, anche per i lavoratori stranieri. E così il Ministero dell’Interno è già a lavoro con il Ministero del Lavoro per far uscire, entro Natale, il nuovo Decreto Flussi rivolto alla regolarizzazione di cittadini comunitari ed extra-comunitari

I numeri degli ingressi in Italia saranno in aumento, più del doppio dello scorso anno. Secondo quanto si apprende dal quotidiano Il Mattino in edicola oggi “si passerà, quindi, dai 30.850 previsti nello scorso anno a circa 80.000. Un numero quasi triplicato che aprirà le porte del lavoro in Italia a personale qualificato e a chi ne farà richiesta“.

Il nuovo decreto Flussi produrrà effetti benefici sull’economia, secondo quanto dichiarano i rappresentanti delle organizzazioni delle imprese dei settori che da anni offrono opportunità occupazionali agli stranieri, sia di lavoro stagionale che lavoro stabile.

Entreranno in Italia, in particolare, lavoratori provenienti dai Paesi con cui sono stati stretti accordi bilaterali di cooperazione materia migratoria.

I settori? Sono quelli in cui la manodopera ‘estera’ trova spazio già da anni oramai, come sottolinea il quotidiano napoletano:

Saranno ammessi in Italia per motivi di lavoro subordinato non stagionale stranieri nei settori dell’autotrasporto merci per conto terzi, dell’edilizia e del turistico-alberghiero, ma anche dell’agrolimentare e del manifatturiero. La cooperazione in materia migratoria dovrebbe riguardare paesi come l’Albania, l’Algeria, il Bangladesh, la Costa D’Avorio, l’Egitto, El Salvador, la Bosnia-Herzegovina, la Corea (Repubblica di Corea), la Tunisia e moltissimi altri ancora. Di recente è stato introdotto anche il Guatemala. Una quota di ingresso sarà riservata a lavoratori non comunitari, residenti all’estero, che hanno partecipato a corsi di formazione professionale e di istruzione nei Paesi di origine”.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].