Bonus Bebé, arriva o non arriva il pagamento della mensilità di febbraio? Riusciranno i percettori dell’Assegno di natalità a ricevere la rata di febbraio 2022?

E gli arretrati dei mesi precedenti, fino al 2021? Che fine anno fatto? Saranno erogati da Inps?

Bonus Bebé 2022, chi può fare domanda?

Il Bonus Bebé è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio natoadottato o in affido preadottivo. L’assegno è annuale e viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo.

L’Inps, con la circolare n. 23 del 9 Febbraio 2022, ha fatto sapere che è ancora possibile presentare domanda per ottenere il Bonus bebè 2022. Ma che tuttavia l’assegno potrà riguardare solo famiglie con bimbi nati, adottati e per gli affidamenti adottivi, avvenuti dal 1° gennaio 2021 al 31 Dicembre 2021.

Per le nascite, adozioni ed affidamenti preadottivi a partire dal 2020 la prestazione è stata rimodulata con nuove soglie di ISEE e può spettare, in applicazione del principio dell’accesso universale, nei limiti di un importo minimo, anche per ISEE superiori alla soglia di 40.000 euro o anche in assenza dell’indicatore ISEE.

La misura dell’assegno è calcolata in funzione del valore dell’ ISEE minorenni in corso di validità e può spettare, nei limiti di un importo minimo pari a 960 euro annui (80 euro mensili), anche per importi di ISEE superiore alla soglia massima o in assenza di ISEE.

Per conservare il diritto al trattamento è necessario ogni anno aggiornare l’ISEE. Nel 2022 i beneficiari hanno dovuto comunicare a Inps l’ISEE 2022 entro il 31 gennaio scorso.

Bonus Bebé 2022, pagamenti febbraio 2022 in arrivo

Innanzitutto va detto che il Bonus bebé sarà pagato anche nel mese di febbraio 2022. Anche se durerà ancora per poco perchè il decreto che ha istituto l’Assegno unico figli lo ha soppresso a partire dal 1° gennaio 2022.

Il pagamento del Bonus Bebé era atteso per la seconda metà di febbraio, ma l’accredito non si è visto in alcun modo e praticamente per nessuno.

Nel mese di  gennaio i pagamenti si sono visti tra il 10 e il 15 del mese. Ma Inps – si sa – segue un calendario che non replica fedelmente, inoltre ogni situazione individuale è diversa dall’altra.

Quanto ai pagamenti del mese di febbraio appare oramai evidente che il mese passerà senza alcun accredito da parte di Inps, perchè solitamente in questo mese effettua i dovuti controlli e ricalcoli sull’ISEE aggiornato e poi poi effettua i pagamenti.

Le erogazioni Inps slitteranno quindi nel mese di marzo. Non è neanche da escludere che si avvisteranno durante i primi giorni di marzo, come peraltro già accaduto in passato. Nel 2021 ad esempio la mensilità di novembre è stata liquidata nei primi giorni di dicembre.

Novità per i percettori saranno prontamente segnalate dalla nostra redazione, direttamente sul sito del giornale TuttoLavoro24.it a beneficio dei nostri lettori che ci seguono quotidianamente.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].