Settimana fitta di pagamenti quella in corso, soprattutto sul fronte Assegno Unico: sono 4, infatti, gli appuntamenti fissati da Inps in questa settimana per liquidare la prestazione per i figli a carico. Ma non saranno tutti i nuclei familiari a ricevere il pagamento: solo coloro che ne hanno fatto domanda e che devono ricevere la mensilità di giugno.

Per questi percettori, nelle scorse ore si sono aggiunte altre due date utili al pagamento dell’Assegno Unico, comparse sul Fascicolo Previdenziale di alcuni nostri lettori, che ce le segnalano:

Anche martedì 21 e giovedì 23 giugno, quindi, Inps provvederà all’accredito dell’Assegno Unico di giugno per tutti coloro che ne hanno fatto domanda. Ma quelli fissati per il 21 e il 23 non sono gli unici appuntamenti della settimana prossima: Inps, infatti, liquiderà anche in questo giorno.

Insomma, 7 giorni totali in cui Inps intende soddisfare le richieste di tutti quei nuclei familiari che riceveranno il pagamento del mese di giugno su IBAN. E tutti quei beneficiari del Reddito di Cittadinanza? Inps quando paga l’Assegno Unico su RdC?

Probabile che per loro il pagamento non arrivi prima di fine giugno, anzi, forse anche verso luglio: a patto, però, che sul loro Fascicolo Previdenziale compaia la scritta “in corso di validità”. Lo stesso discorso vale anche per chi ha eccezionalmente fatto domanda dell’Assegno Unico durante il mese di sospensione del RdC: anche per loro, l’attesa sembra destinata a durare ancora un po’, ecco perché.

Continuate a seguire TuttoLavoro24.it per rimanere sempre aggiornati. Per ulteriori approfondimenti sull’Assegno Unico vi invitiamo a consultare gratuitamente la nostra GUIDA dedicata.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].