Con la fine del mese di giungno e l’inizio di luglio molti docenti sono in attesa di conoscere la loro collocazione nelle GPS e nelle Graduatorie di Istituto (GI) con il relativo punteggio (clicca qui). Tuttavia, c’è anche chi si chiede cosa succede se non viene accettata o se viene abbandonata una convocazione per la supplenza.

Sappiamo che questo comporta inevitabilmente delle sanzioni, che sono state inasprite rispetto al biennio precedente. A definire queste sanzioni è la recente ordinanza ministeriale n.112 del 6 maggio 2022, in particolare l’articolo 14, che spiega nel dettaglio le diverse situazioni.

Innanzitutto, va chiarito che le sanzioni si applicano nei seguenti casi, validi sia per GPS che per GI:

  1. rinuncia alla proposta di contratto, alla proroga o conferma dello stesso, anche per completamente orario;
  2. mancata presa di servizio dopo l’accettazione;
  3. abbandono del servizio.

GPS 2022 docenti: sanzioni

Nei primi due casi sopra elencati, ovvero la rinuncia o la mancata presa di servizio dopo l’accettazione, si incorre nella perdita della possibilità di conseguire supplenze al 31/08 o al 30/06, sia nelle GPS ma anche, in caso di esaurimento o incapienza, nelle graduatorie di istituto, per tutte le classi di concorso e posti di insegnamento di ogni grado d’istruzione cui l’aspirante abbia titolo, per l’anno scolastico di riferimento.

Insomma una penalità non indifferente. Ciò significa che se un docente rinuncia o non prende servizio dopo averlo accettato verrà “eliminato” dalla graduatoria di tutte le classi di concorso e da tutti i gradi di istruzione per quell’anno.

In caso di abbandono del servizio (terzo caso) comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze al 31/08 o al 30/06, sia nelle GPS ma anche, in caso di esaurimento o incapienza, nelle graduatorie di istituto, per tutte le classi di concorso/tipologie di posto di ogni grado d’istruzione, per l’interno periodo di vigenza delle graduatorie medesime. In questo caso, dunque, le sanzioni sono più aspre perché il docente perderà la possibilità di insegnare anche in una tipologia di posto – posto comune e sostegno – diverso da quello che abbandona, non solo per l’anno scolastico di riferimento, ma per tutto il biennio in cui sono valide le graduatorie, quindi 2024 compreso.

GI 2022 docenti: sanzioni

Per quanto riguarda le graduatorie di istituto, ricordiamo che al momento di un nuovo inserimento e/o aggiornamento delle GPS su Istanze Online, è stato chiesto ai docenti di inserire 20 preferenze per appunto le graduatorie di istituto. Queste servono a concedere supplenze brevi o, in caso di esaurimento delle GPS, supplenze al 30 giugno o al 31 agosto.

Le sanzioni di seguito spiegate si applicano solo per la scuola interessata.

Rinuncia e mancata presa di servizio

In questo caso le cose cambiano a seconda che sia una rinuncia su posto comune o su sostegno:

  • posto comune: l’ordinanza afferma che la rinuncia a una proposta contrattuale o alla sua proroga o conferma su posto comune comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze dalla specifica graduatoria di istituto sia per il medesimo insegnamento che per il relativo posto di sostegno dello stesso grado di istruzione. Quindi chi rifiuta una chiamata da GI su posto comune non potrà essere chiamato nemmeno su sostegno per lo stesso grado di istruzione;
  • sostegno: la rinuncia a una proposta contrattuale o alla sua proroga o conferma su posto di sostegno comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenzedalla specifica graduatoria di istituto sia per il medesimo posto di sostegno che per tutte le tipologie di posto o classi di concorso del medesimo grado di istruzione. Analogamente, chi rifiuta il sostegno non solo non verrà più chiamato per il sostegno, ma nemmeno per altre classi di concorso.

Abbandono del servizio

L’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze sulla base delle graduatorie di istituto per tutte le classi di concorso/tipologie di posto di ogni grado di istruzione, per l’intero periodo di vigenza delle graduatorie medesime.

È tuttavia possibile rifiutare una chiamata da GI solamente in questi casi:

  • arriva una chiamata da GPS;
  • arriva una chiamata sempre da GI ma con scadenza 30 giugno o 31 agosto.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].