Con il primo faccia a faccia tra il presidente dell’Aran Antonio Naddeo e i rappresentati sindacali, il dibattito per modificare il sistema di classificazione professionale del personale ATA (amministrativo, tecnico e ausiliare) entra ufficialmente nel vivo. Stiamo parlando della trattativa per il rinnovo del CCNL di settore.

Secondo quanto riportato nell’edizione odierna di Italia Oggi, al centro del negoziato coi sindacati ci sarebbero digitalizzazione, smart-working e differenziazione degli orari di ingresso e di uscita, ma anche aspetti giuridici quali normativa sulla riservatezza e Gdpr. Fondamentale, inoltre, un ripensamento della descrizione dei profili.

Parere comune, infatti, il bisogno di ridisegnare i profili professionali tenendo in considerazione l’evoluzione e la specializzazione di cui questi sono stati protagonisti negli ultimi anni. I metodi rimangono da concordare:

La proposta della parte datoriale pubblica è quella di passare dalle attuali 5 aree a un’articolazione in quattro aree con maggiore specializzazione, distinte in base a differenti livelli di conoscenze, capacità, abilità, competenze professionali, responsabilità e autonomia.”

Ma la parte sindacale non è d’accordo e lotta per preservare le 5 aree, ma con un sistema arricchito dalla verifica puntuale dei contenuti professionali così da garantire la valorizzazione delle professionalità adeguandole alle trasformazioni subite dall’evoluzione organizzativa e normativa.

Per quanto concerne la crescita stipendiale, per adesso si punta a mantenere il sistema degli incrementi progressivi connessi all’anzianità di servizio con diversificazioni connesse alle posizioni economiche da attribuire in modo selettivo.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].