HomeEvidenzaBonus 200 euro non pagato a luglio 2022? Ecco le Istruzioni INPS...

Bonus 200 euro non pagato a luglio 2022? Ecco le Istruzioni INPS per averlo [UFFICIALE]

Bonus 200 euro, chi non l’ha percepito a luglio pur avendone i requisiti potrà richiederlo entro la fine dell’anno. Una possibilità data, in particolare, ai lavoratori dipendenti che non l’hanno trovato nella busta paga di competenza di luglio 2022.

Specifiche a tal merito arrivano dal messaggio Inps n. 3805, pubblicato lo scorso 20 ottobre. Vediamo cosa sancisce Inps.

Bonus 200 euro: quali dipendenti esclusi a luglio?

Alcuni lavoratori dipendenti non hanno beneficiato del bonus 200 euro perché avevano la retribuzione di competenza di luglio 2022 pari a 0.

Sul punto è intervenuto il suddetto messaggio Inps che, in linea con le modifiche apportate al Decreto Aiuti, ha riconosciuto il diritto al bonus anche a quei lavoratori dipendenti con retribuzione del mese di luglio 2022 azzerata in virtù di eventi tutelati, quali:

  • in ragione della sospensione del rapporto di lavoro, gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (CIGO/CIGS, Assegno di integrazione salariale garantito dal FIS o dai Fondi di solidarietà, CISOA) o i congedi;
  • aspettativa sindacale (di cui alla legge 20 maggio 1970, n. 300);
  • il disposto che ha previsto l’immediata sospensione dall’esercizio delle professioni sanitarie in caso di inadempimento dell’obbligo vaccinale;
  • altre ipotesi di aspettativa o congedo, comunque denominate, previste dai CCNL di settore.

Inoltre, l’indennità di 200 euro spetta, per il tramite del datore di lavoro, anche ai lavoratori che:

  • seppur destinatari dell’esonero contributivo di 0,8 punti percentuali della quota a carico del lavoratore, non abbiano in concreto beneficiato di tale esonero in virtù di un abbattimento totale della contribuzione datoriale e di quella a carico del lavoratore;
  • pur avendo i requisiti, non abbiano presentato per tempo l’Autodichiarazione.

Bonus 200 euro dipendenti esclusi a luglio, come recuperarlo?

I datori di lavoro che non avessero provveduto al pagamento del Bonus 200 euro ai lavoratori per i casi sopra descritti potranno provvedervi ad esempio con la Busta paga di ottobre o novembre 2022, e poi tramite flusso UniEmens regolarizzativo sulla competenza del mese di luglio 2022 da effettuarsi con le consuete modalità in uso, entro e non oltre il 30 dicembre 2022.

Per i datori di lavoro degli operai agricoli la scadenza è anticipata al 30 novembre 2022, ultimo giorno utile per l’acquisizione dei flussi per la terza emissione dell’anno 2022. Per le indicazioni specifiche si rimanda al messaggio Inps.

La regolarizzazione in oggetto verrà definita dalle Strutture territoriali dell’Istituto dopo l’erogazione delle indennità una tantum da parte dell’Inps secondo il calendario dei pagamenti previsto nella circolare n. 73/2022. Nell’ipotesi di indebita erogazione, le Strutture territoriali non procederanno alla conferma del flusso regolarizzativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -