Il decreto Rilancio interviene sugli ammortizzatori sociali introdotti dal decreto Cura Italia per far fronte all’emergenza Covid-19. Il provvedimento disciplina l’integrazione salariale ordinaria, l’assegno ordinario del FIS, il sostegno dei Fondi bilaterali alternativi e della Cassa in deroga. In particolare, alla luce delle novità introdotte dal decreto Rilancio, ora la durata massima del trattamento per Covid-19 è pari a 18 settimane. Quale è l’effettivo impatto del raddoppio della CIG sul costo del lavoro posto in capo all’azienda? E in quale misura è possibile rimodulare il ricorso alla CIG?

Continua a leggere qui

Fonte: ipsoa.it