Nel pomeriggio di martedì 23 giugno, in modalità telefonica, si è svolto un incontro con Alpitel, presenti l’Avvocato Marco Neri, la Dott.ssa Elisa Anfossi e i coordinatori nazionali FIM-CISL e FIOM-CGIL.

Il colloquio si è reso necessario a seguito dell’importante decisione assunta da Alpitel di ritenere conclusa la fase COVID-19 (14 settimane di CIGO) con conseguente riattivazione del Contratto di solidarietà – sottoscritto il 2 marzo scorso presso il MLePS – da lunedì 29 giugno.

I calendari di sospensione, in via di definizione, saranno funzionali al “riassorbimento” di circa 60-70 esuberi (rispetto ai 100 iniziali) posto che nel corso dei mesi precedenti circa 40 persone hanno lasciato l’azienda.

Come per la fase COVID-19, anche in solidarietà sarà possibile operare da remoto: per le casistiche previste dal DL “rilancio”, previa richiesta del diretto interessato; con lo stesso principio della valutazione individuale saranno gestite le eventuali richieste di utilizzo di ferie e PAR arretrate (alternative alla collocazione in cassa).

La sospensione della CIGO per COVID-19, in luogo della solidarietà a valere sul personale indiretto, è una notizia potenzialmente positiva: sarà infatti possibile implementare lo sviluppo occupazionale delle aree dirette oggi a carenza di organico (Nordest, Piemonte ma anche nel resto del Paese) per il tramite di assunzioni che si accompagneranno al processo di riconversione professionale, che ad oggi è stato avviato interessando alcuni dipendenti indiretti, conseguentemente non più in esubero.

FIM e FIOM nazionali – esprimendo soddisfazione per il deciso tentativo di ripresa posto in essere – hanno raccomandato la prosecuzione dei confronti a livello territoriale (strutture e RSU) in modo da cogliere le problematiche e le relative soluzioni peculiari di ogni singolo cantiere, in particolare sulle strette sinergie che i lavoratori indiretti hanno sull’operatività di Alpitel.

Il colloquio si è concluso con l’impegno ad un aggiornamento – possibilmente in presenza – presumibilmente nel mese di settembre.

Fim-Cisl e Fiom-Cgil nazionali

Roma, 25 giugno 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it