Il Piano Nazionale di Riforme (PNR) del Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri punta al rilancio della Produttività in Italia, ripercorrendo anche le idee espresse da Confindustria con la lettera di Carlo Bonomi risalente ad alcune settimane fa.

A fare il punto sulla situazione italiana è un articolo de Il Sole 24 Ore in Edicola oggi a firma di Giorgio Pogliotti, che osserva come nel periodo tra 1995 e 2018, la crescita della produttività del lavoro in Italia (+0,4% medio) è risultata di gran lunga inferiore alla media Ue (+1,6%).

Quanto alle ragioni di tale rallentamento il quotidiano economico rileva:

Tutti i principali organismi internazionali concordano sul fatto che a determinare la bassa produttività italiana contribuiscano alcuni nodi strutturali: un modello di imprese basato in prevalenza sulla micro e piccola impresa con scarsa propensione all’innovazione, la specializzazione settoriale dell’industria italiana, la carenza di lavoratori qualificati, l’inefficienza della giustizia e della Pa“.