Alle dichiarazioni della Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo di qualche giorno fa, affidate ad un post su Facebook, di voler avviare un Tavolo di riforma degli Ammortizzatori sociali avvalendosi di un team di accademici che lavoreranno ascoltando le parti sociali (clicca qui per l’articolo di TuttoLavoro24.it), segue la replica della UIL con il Segretario Generale Pierpaolo Bombardieri che in una nota ha detto:

“Siamo in una situazione emergenziale, per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali: procedure lente, ritardi dell’Inps, fondo artigiani e somministrati che attendono per settimane di ricevere i soldi dal Ministero per poter pagare. Ancora non sappiamo quando il Governo si deciderà a chiedere lo SURE. Dobbiamo, in questa fase, impegnarci tutti per superare queste difficoltà.” 

“E, allora, – prosegue il Segretario UIL non ci sembra proprio ci fosse bisogno dell’ennesima commissione di esperti, che dovrebbero studiare il nuovo sistema di ammortizzatori. Costoro, peraltro leggiamo, “ascolteranno” le parti sociali”.

“Il sindacato sa bene cosa serve alle lavoratrici e ai lavoratori, tanto più perché sono loro, assieme alle aziende, a metterci le risorse economiche che tengono in piedi il sistema. Poi, passata l’emergenza, occorrerà fare una manutenzione agli attuali ammortizzatori, coprire chi ne è privo, collegarli sempre più con le politiche attive e della formazione” conclude Bombardieri.

Dunque secondo il neo Segretario il Governo, le forze politiche e sociali dovrebbero, in questo momento, concentrarsi per risolvere insieme le difficoltà attuali dando soluzione al problema dei ritardi dei pagamenti.