“Cosa aspettiamo a far ripartire la macchina per attribuire i, questa volta, 1.600 milioni?” denuncia con un post su Facebook il Coordinamento Uil Artigianato.

Il sindacato di via Lucullo – sempre attento a seguire le vicende che riguardano i ritardi dei pagamenti della cig ai dipendenti dell’artigianato – denuncia un ulteriore ritardo che si starebbe sviluppando con riguardo ai pagamenti dei periodi che vanno dal 13 luglio, vale a dire delle seconde 18 settimane, finanziate con 1.600 milioni dal Decreto agosto.

”Questi soldi – scrive la Uil – , già stanziati, saranno necessari, al Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato ed al Fondo dei Somministrati, per pagare la cassa integrazione che molti stanno ancora fruendo dal 13 luglio, poi in agosto e settembre, ottobre e novembre e chissà mai, a dicembre”.

Pertanto, esorta la Uil nel post, occorre “iniziare subito le procedure di attribuzione. Partire per tempo, è l’unico modo per arrivre in tempo”. Al momento, dalla data di entrata in vigore del Decreto agosto – 15 agosto – è trascorso un mese e mezzo senza alcun azione da parte del Governo.

Otello Bianchi