Nell’incontro del 25 settembre in videoconferenza le Parti hanno concordato di prorogare fino al 15 dicembre l’accordo di misure di contrasto alla diffusione del contagio del covid-19, che hanno dimostrato la loro efficacia nell’impedire che i luoghi di lavoro diventassero focolai e che certamente risulteranno ancora necessarie in una fase di rinnovato aggravamento della epidemia. Le misure vengono prorogate nella loro interezza, ma FCA ha accettato di approfondire nei prossimi giorni alcune richieste sindacali di inserimento di ulteriori accorgimenti, quali misure aggiuntive per i lavoratori a suo tempo qualificati come fragili e la definizione di procedimenti di contenimento nel caso di rilevazione di casi di contagio già avvenuti, nonché la previsione di modalità di convocazione di assemblee per i lavoratori in lavoro agile (smart working).

La campagna di vaccino anti influenzale quest’anno sarà portata avanti da FASIF (in FCA, CNHI e Marelli) per tutti i lavoratori, con l’assistenza base a carico azienda. Tuttavia bisognerà provare a superare gli ostacoli posto dalla grave penuria di vaccini già preannunciato.

FCA ci ha anche informato che la dotazione di detergente non aggressivo consente di ridurre i tempi di pulizia a 5 minuti; in proposito il sindacato si è riservato di affrontare il tema nei comitati di stabilimento anche al fine di segnalare eventuali casi in cui la pulizia richiedesse tempi maggiori, affinché gli stessi possano essere rilevati in modo congiunto.

Infine FCA ci ha informato che dalla App anti-covid sarà possibile prenotare lo stesso vaccino e, per gli uffici, prenotare il pasto in mensa; dal mese di ottobre tutti gli operai avranno pieno accesso alla parte della rete internet così detta ‘self service dipendente’, che consente di interagire con le funzioni di payroll.

Fim-Fiom-Uilm-Fismic-UglM-AqcfR

Roma, 28 settembre 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it