Dopo lo stop della primavera i set cinematografici sono ripartiti in estate, favoriti da un abbassamento della curva dei contagi ma anche dal Protocollo Sicurezza condiviso tra le parti sociali del settore e appoggianto anche dal Ministero del Lavoro e Inail.

Ad annunciare come questo Protocollo, in Campania, abbia consentito la ripartenza in sicurezza dei set è il Corriere del Mezzogiorno in edicola oggi, che spiega come l’amministrazione regionale con la Film Commission guidata da Maurizio Gemma sia intervenuta massicciamente finanziando i test per i lavoratori delle troupes e gli attori per 1 milione di euro:

ha attuato un protocollo condiviso insieme con le associazioni di categoria come l’Anica e i sindacati, per test gratuiti continui che, proprio grazie alle risorse regionali, hanno consentito le riprese di film e serie tv in piena sicurezza”.

“Ne hanno beneficiato set importanti – si legge sul giornale napoletano – come quello del Premio Oscar Paolo Sorrentino che sta girando a Napoli il suo «È stata la mano di Dio» con Toni Servillo, per Netfilx. O quello di «Mina Settembre», serie tv tratta da Maurizio de Giovanni con Serena Rossi, Giuseppe Zeno e Marina Confalone”.