Sulla questione dei ritardi nei pagamenti dell’assegno ordinario ai lavoratori dell’Artigianato interviene il quotidiano La Stampa in edicola oggi:

“L’ente bilaterale che paga la cassa integrazione degli artigiani ha assistito 850 mila lavoratori. Nessuno ha incassato le mensilità da luglio a settembre. In 44 mila sono a quota zero euro ricevuti da aprile e i soldi arrivati dal governo non bastano a soddisfarli: 80 milioni di euro. “Noi liquidiamo tutti in 24 ore, con turni anche al weekend negli uffici, il problema è che la burocrazia ci fa arrivare i soldi con una lentezza esasperante – spiega – il Presidente Dario Bruni. La volontà politica del ministero c’è, ma dobbiamo aspettare troppi passaggi di carte”.

Dunque il quotidiano torinese sottolinea che per il pagamento della cassa integrazione artigiani mancano ancora le risorse per saldare le mensilità fino alla fine di giugno. Per i pagamenti da luglio in poi (dal 13 luglio) lo stanziamento c’è, si tratta di 1600 milioni di euro previsti col Decreto agosto rispetto ai quali manca ancora il decreto di attribuzione delle risorse ai Fondi (artigiani e somministrazione di lavoro).