Con luglio alle spalle si apre il mese di agosto con i nuovi appuntamenti dei pagamenti delle prestazioni Inps ai quali vanno aggiunti i ritardi e tutte le questioni irrisolte delle scorse settimane.

2-15 agosto: Bonus 800 euro operai agricoli e 950 euro pescatori – Il mese dovrebbe aprirsi con le liquidazioni dei due Bonus Covid: così ci è stato rassicurato dalle organizzazioni sindacali la scorsa settimana che davano per certe le disposizioni di pagamento a fine luglio. Su questo aspetto ricordiamo che le uniche indicazioni Inps dicono invece che i pagamenti dovrebbero arrivare entro il 15 agosto (per approfondire clicca qui).

2-7 agosto: Assegno temporaneo figli o Assegno ponte –  Per chi ha fatto la domanda nei primissimi giorni di luglio, l’Assegno temporaneo sarà liquidato entro la fine di questa settimana, vale a dire entro il 7 agosto perchè Inps ha già disposto le operazioni di accredito la settimana scorsa.

9 agosto: NASpI – La data deve intendersi indicativa visto che l’erogazione vera e propria viene sempre effettuata in base al giorno in cui è stata presentata la domanda. Considerato che il 9 luglio è lunedì ci sentiamo di escludere che i pagamenti saranno anticipati alla prima settimana del mese.

10-18 agosto: Bonus Bebè – Si tratta del cd. assegno di natalità, che viene garantito anche a chi non ha l’Isee e in genere viene versato tra il 10 e il 18 di ogni mese. A luglio i pagamenti si sono visti con un ritardo che è andato oltre il 20 del mese.

15 agosto: Reddito di Emergenza. Ad agosto si realizzeranno i primi pagamenti del Decreto Sostegni bis che prevede 4 mensilità. Inoltre ci sono le code dei pagamenti delle prime 3 mensilità – quelle del decreto Sostegni 1 – per chi ancora non li ha ricevuti e ha fatto domanda a maggio. Il 15 agosto è domenica quindi è possibile che questi pagamenti si realizzeranno la settimana successiva (per approfondire clicca qui).

Va infine ricordato che il 31 luglio si è chiuso il termine per inviare la domanda all’Inps. Pertanto non è più possibile richiedere il sussidio Covid.

15 e 27 agosto: Reddito (o Pensione) di cittadinanza – Il 15 agosto è la data dei pagamenti per coloro che ricevono il reddito o la pensione di cittadinanza per la prima volta. Il 15 agosto è domenica: dunque è probabile che ci sarà uno slittamento al primo giorno lavorativo successivo, a meno che Inps non decida un anticipo al giorno precedente 14 agosto. Il 27 agosto (che è un venerdì), invece, verranno ricaricate quelle di chi ha già beneficiato del contributo nei mesi precedenti.

23 agosto: Bonus Irpef o Trattamento integrativo – A partire da questo giorno, come negli altri mesi dell’anno, verranno erogati i 100 euro mensili dell’ex Bonus Renzi (ex 80 euro) direttamente in busta paga o sul conto corrente dei beneficiari, ovvero lavoratori dipendenti e assimilati, sia privati che pubblici, con un reddito inferiore ai 28mila euro annuali. Oltre questo limite reddituale l’importo del Bonus decresce fino ad azzerarsi con l’avvicinarsi ai 40 mila euro.

Anche questa data è indicativa, i pagamenti Inps infatti possono realizzarsi anche nei giorni successivi.

23-31 agosto: pensioni settembre – Anche questo mese, a fine agosto, verranno pagate le pensioni relativamente al mese successivo, quindi quelle di settembre. Le date ufficiali saranno comunicate dall’Inps nel corso del mese però è possibile che già da lunedì 23, o nei giorni successivi, saranno pagate anticipatamente le pensioni dei cittadini che ritirano i contanti presso l’Ufficio postale.

Bonus 2.400 euro / Bonus 1.600 euro – Nel corso del mese proseguono le erogazioni delle ‘code’ del Bonus previsto dal Decreto Sostegni 1, per i pagamenti Inps in ritardo (bonifici domiciliati), per coloro che a seguito di un rigetto Inps hanno fatto richiesta di riesame della domanda, integrazione su Rdc, ecc.

Proseguono anche i pagamenti del bonus 1.600 euro previsto dal Decreto Sostegni bis con gli esiti e i pagamenti, in particolare degli automatici che si sono sbloccati nella seconda metà di luglio e vanno via via a conclusione.

Eventuali situazioni di ritardo sono oramai da imputarsi alle sedi territoriali oltre che a possibili errori nella fase di presentazione della domanda. In assenza di un messaggio da parte dell’Inps in proposito, è comunque consigliabile fare una segnalazione attraverso il contact center dell’Istituto.

Chi invece ha fatto domanda del Bonus 1.600 euro per la prima volta e non ha ricevuto le indennità precedenti deve ragionevolmente attendere il 21 di agosto per vedere i pagamenti: questo è infatti il giorni di riferimento per questi pagamenti.

Disoccupazione agricola – I pagamenti dell’indennità di disoccupazione agricola sono iniziati nel mese di giugno, sono proseguiti a luglio ma i rallentamenti dovuti all’esigenza delle sedi Inps di verificare le giornate lavorate nel corso del 2020 hanno spesso portato a dei blocchi che si andranno via via definendo nel corso del mese di agosto, ma – lo ribadiamo – occorre che i lavoratori entrino in contatto direttamente con Inps per risolvere questo problema (per approfondire clicca qui).

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.