Cassa integrazione più alta per tutti i lavoratori. E’ la novità contenuta nella Manovra approvata ieri dal Consiglio dei Ministri che sarà operativa dal 2022, secondo quanto previsto dalla bozza che TuttoLavoro24.it ha potuto leggere in ESCLUSIVA per i suoi lettori.

Lo aveva anticipato mesi fa il Ministro del Lavoro Andrea Orlando durante i numerosi incontri con le parti sociali.

Il sistema attualmente vigente prevede che la cassa integrazione è l’80% di questi due massimali (aggiornati al 2021), diversi a seconda della retribuzione del singolo lavoratore:

a) 998,18 euro se la retribuzione mensile di riferimento per il calcolo del  trattamento,  comprensiva  dei  ratei di mensilità aggiuntive, è pari o inferiore a euro 2.102,24;

b) 1.199,72 euro se la retribuzione mensile di riferimento  per il calcolo del  trattamento,  comprensiva  dei  ratei  di  mensilità aggiuntive, è superiore a euro 2.102,24.

Dal 2022 invece salta il primo massimale. Che significa per il lavoratore?

Significa che l’indennità della cassa integrazione sarà pari all’80% del secondo massimale, quello più alto.

Pertanto l’80% si calcolerà per tutti su 1.199,72 euro. L’indennità sarà quindi pari a 959,77 euro.

La novità sarà percepibile per i lavoratori che si collocano sotto la soglia dei 2.102,24 euro (comprensivo delle mensilità aggiuntive) – che sono la maggioranza. E l’aumento mensile sarà di 161,22 euro in più rispetto ad oggi, quando possono contare su un importo di 798,54 euro (l’80% di 998,18 euro, il primo massimale).

Va sottolineato che gli importi dei massimali qui considerati sono quelli fissati dalla legge e che sono soggetti a rivalutazione annuale (nel 2022 sarà quindi un po’ più alta). Inoltre gli importi devono comunque essere rapportati alle ore  di  integrazione  salariale effettivamente richieste e autorizzate.

La modifica di legge, una volta ricevuto l’ok da entrambi i rami del Parlamento sarà effettiva per tutti i lavoratori: industria, commercio, turismo, artigianato, ecc.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegramcliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.