ROMA – Il Governo trova l’intesa su come spendere gli 8 miliardi di euro appostati nella Manovra di Bilancio per la riduzione delle tasse. E’ la notizia che circola da ieri, data dalle principali agenzie di stampa.

Le informazioni che filtrano dal Ministero dell’Economia e Finanze parlano di un accordo politico tra i partiti di Governo che prevede una riforma delle aliquote Irpef, da un lato, e la cancellazione del trattamento integrativo di 100 euro (Ex Bonus Renzi maggiorato di 20 euro) dall’altro. Con un investimento di 7 miliardi, mentre un miliardo sarà destinato all’eliminazione dell’Irap per autonomi e persone fisiche.

Bonus 100€, dal 2022 è addio: riforma delle aliquote Irpef

Secondo quanto si apprende le aliquote Irpef scenderanno dalle attuali 5 a 4, con la cancellazione di quella al 41% e con il taglio di 3 punti di quella al 38%.

Una nuova modulazione di fasce di reddito e percentuali di prelievo che determineranno dal 2022 questa situazione:

  • reddito fino a 15mila l’aliquota resta al 23%;
  • reddito 15-28mila l’aliquota scende dal 27% al 25%;
  • reddito 28-50mila l’aliquota scende dal 38% al 35%;
  • reddito oltre i 50mila si passa direttamente al 43%. 

Con la riforma delle aliquote Irpef saranno anche riordinate le detrazioni fiscali e saranno riassorbiti i bonus. Il lavoro di definizione delle detrazioni non è stato ancora definito.

Bonus 100€, dal 2022 è addio: chi ci perde?

Come detto il trattamento integrativo/Bonus Irpef di 100 euro che ricevono mensilmente i lavoratori (in busta paga) od anche i disoccupati (con la NASpI dall’Inps) sparirà per tutti.

A questo punto resta da capire quale sarà l’effettivo vantaggio per le categorie di reddito che oggi fruiscono del trattamento integrativo, che sarà sostituito dal nuovo sistema di aliquote:

  • coloro che hanno un reddito fino a 15mila euro annui avranno sì la conferma del prelievo al 23% ma non potranno più beneficiare dei 100 euro di Bonus;
  • e per coloro che stanno nello scaglione di reddito successivo (15mila-28mila) che avranno un abbattimento dell’aliquota di due punti, dal 27% al 25% ma appare assai difficile che con questa riduzione riusciranno a ‘recuperare’ il bonus di 100 euro che attualmente ricevono.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].