La legge sul Reddito di cittadinanza è legittima nel punto in cui stabilisce che non hanno diritto al sussidio i cittadini extracomunitari.

A stabilirlo è una recente sentenza della Corte Costituzionale, la n. 19/2022, con la quale si riconosce che è corretto escludere dall’accesso al beneficio i cittadini di Paesi non dell’Unione europea che hanno un permesso di soggiorno Ue per lungo periodo.

Di parere opposto era il giudice del Tribunale di Bergamo che aveva sollevato la questione di costituzionalità della norma con la Carta costituzionale.

La Consulta, invece, ritiene che il reddito di cittadinanza non sia una mera

Il Rdc non sarebbe quindi una provvidenza assistenziale in grado di soddisfare un bisogno primario, in quanto include misure di politiche attive del lavoro, di inserimento lavorativo e di inclusione sociale. In questo si differenzia da “altre provvidenze sociali, la cui erogazione si fonda essenzialmente sul solo stato di bisogno, senza prevedere un sistema di rigorosi obblighi e condizionalità…come la pensione d’inabilità civile” o l’assegno sociale.

Significativo è il passaggio della sentenza in cui la Corte ammette di non potersi sentire legittimata a convertire “verso esclusivi obiettivi di garanzia del minimo vitale una più complessa misura” quale il reddito di cittadinanza.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].