Si parla da inizio mese di una indennità Una tantum dal valore di 200 euro destinata a lavoratori, pensionati, percettori di sussidi (Rdc e NASpI), ecc. prevista da un Decreto che ha fatto ben due passaggi in Consiglio dei Ministri. Si tratta del Decreto Aiuti o Decreto Energia, che porterà 14 miliardi di nuovi sostegni a famiglie e imprese contro il caro prezzi e la crisi energetica.

Ma quando sarà pubblicato il Decreto in Gazzetta ufficiale? Quando arriverà il testo definitivo e ufficiale del provvedimento? Se lo domandano da giorni i 32,5 milioni di italiani che attendono gli aiuti. Oggi una risposta arriva dall’edizione in edicola de Il Sole 24 Ore che, a proposito della conclusione di questo lungo iter del Decreto, scrive:

“non dovrebbe arrivare alla Gazzetta ufficiale prima della prossima settimana, perchè alcune coperture appaiono ancora da affinare e perchè il governo vuole evitare una sovrapposizione fra l’entrata nel vivo del dibattito parlamentare sulla conversione e gli ultimi giorni della campagna elettorale per le amministrative”.

Dunque si dilatano i tempi di promulgazione del decreto ma non dovrebbe subire ritardi l’erogazione del Bonus 200 euro, la cui competenza è stata fissata nel mese di luglio prossimo. Anche se, va detto subito, per coloro che riceveranno i pagamenti dietro istruzioni di Inps (come i percettori di sussidi) o previa emanazione di un decreto ad hoc (come i lavoratori autonomi), il rischio che si vada oltre il 7° mese dell’anno c’è.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].