Ai lavoratori autonomi andrà il Bonus 200 euro anti-inflazione. Questo è certo. Ma è evidente che non andrà a tutti.

La differenza la farà la soglia di reddito per accesso al beneficio Una tantum, che sarà stabilita dal Decreto ministeriale che dovrà uscire nelle prossime settimane, dopo l’entrata in vigore del Decreto Aiuti.

Si arriverà ai 35 mila euro oltre i quali non si avrà diritto al Bonus, come previsto per i lavoratori dipendenti e pensionati? Secondo quanto scrive Il Sole 24 Ore in edicola oggi, è assai difficile che si porti così in alto il limite reddituale, visto anche le (contingentate) risorse disponibili che il Decreto sta per stanziare (400 milioni di euro). Questo sarà più basso:

“Con 400 milioni si possono pagare 2 milioni di bonus. E statistiche fiscali alla mano, per abbracciare due milioni di partite Iva bisogna fermarsi intorno ai 10mila euro di reddito. L’alternativa esiste, ma non cambia la sostanza della questione: si può infatti ampliare il numero di lavoratori autonomi a cui destinare il bonus, alleggerendo però l’assegno in modo proporzionale”.

Insomma secondo quanto scrive il quotidiano economico le alternative sembrano essere davvero poche, per cui o sarà abbassata la soglia intorno ai 10mila euro – e quel punto saranno pochi gli autonomi che percepiranno il Bonus – , oppure si abbasserà la quota del Bonus (non più 200 euro ma meno) per far rientrare quanti più lavoratori autonomi e partite Iva possibili.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].