Il Decreto Aiuti è chiaro: per avere il Bonus 200 euro i lavoratori dipendenti del settore privato dovranno fornire una Dichiarazione al datore di lavoro (per approfondire clicca qui).

Diversa è la situazione per i dipendenti pubblici che, pur avendo diritto al Bonus una tantum da 200 euro previsto dal Decreto, con il cedolino paga di luglio 2022, non dovranno compilare alcuna auto-Dichiarazione.

Lo prevede una norma del Decreto Semplificazioni fiscali approvato il 15 giugno scorso dal Consiglio dei ministri.

In particolare la bozza prevede che per i dipendenti pubblici i cui servizi di pagamento delle retribuzioni del personale sono gestiti dal sistema informatico del Ministero dell’Economia e delle finanze, saranno direttamente il Mef e l’Inps «nel rispetto della normativa europea e nazionale in materia di protezione dei dati personali» a individuare insieme la platea degli aventi diritto. Tradotto

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].