A tranquillizzare i percettori di Reddito di Cittadinanza che hanno fatto una nuova domanda per il rinnovo del sussidio, dopo averne beneficiato per 18 oppure 36 mesi è proprio Inps.

L’Istituto previdenziale dopo aver fermato i rinnovi in occasione delle lavorazioni di metà mese con le motivazioni più disparate (per approfondire clicca qui), si è affacciato sulla scena per dettare nuovamente i tempi e le attese. E lo fa ancora una volta rispondendo via social ad un utente che chiedeva lumi sullo sblocco delle lavorazioni per le domande di rinnovo non evase a metà giugno 2022.

Ecco quanto scrive Inps:

Buone notizie in arrivo, dunque. “Le lavorazioni non sono terminate e continueranno nei prossimi giorni”, segnale evidente che Inps lavorerà eccezionalmente le domane di rinnovo ben prima del 15 luglio 2022. Si dovrebbe trattare di lavorazioni straordinarie, come già accaduto durante il mese di aprile e poi maggio, per dare risposta alle famiglie che non avevano avuto risposta da Inps. La novità è da verificare, occorre capire quali saranno le mosse Inps nelle prossime ore.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].