L’emergenza economica inizierà a dispiegare i suoi primi, irreversibili, effetti sul piano sociale solo a partire dai prossimi mesi. A sostenerlo è un’indagine di Federmeccanica condotta tra le imprese industriali associate.

L’indagine congiunturale ha registrato una produzione dimezzata ad aprile (meno 54,6% da febbraio) e previsioni nerissime, per il comparto, anche per il prossimo trimestre.

E a terra, insieme alla produzione, è anche il morale delle aziende. Già perchè ben il 41% degli imprenditori teme di perdere quote di fatturato sul mercato interno e il 47% su quegli esteri. In più se il 63% dichiara un portafoglio ordini in calo, il 71% prevede ulteriori ribassi di produzione rispetto al 1° trimestre 2020.

Pertanto, da qui ai prossimi 6 mesi, emerge dall’indagine dell’associata a Confindustria un’impresa su tre prevede tagli ai dipendenti.