Durante la discussione all’interno del webinar dal titolo “Sbilanciamoci!” in diretta Facebook, sui temi del Lavoro e Industria di fronte all’Emergenza Covid-19, al quale hanno partecipato anche Giuseppe Berta (UniBocconi), Mario Pianta (Scuola Normale Superiore), Francesca Re David (Segretaria Generale Fiom), è intervenuto Pasquale Tridico.

Il Presidente INPS ha illustrato i dati sui provvedimenti di sostegno al reddito varati dal Governo Conte con il DL Cura Italia e con il DL Rilancio, evidenziando in particolare, sulla Cassa integrazione che tra i mesi di aprile e maggio si contano 1,8 milioni di ore non lavorate sulle quali è intervenuta la tutela INPS e dei Fondi di solidarietà.

Tridico ha poi affrontato il tema dei ritardi nei pagamenti della cassa integrazione, con una dichiarazione che TuttoLavoro24.it è in grado di riportarvi:

“Quello che è chiamato da molti ritardo, in realtà non è ritardo! E’ il normale processo di lavorazione delle pratiche che porta al pagamento sull’IBAN del lavoratore”.

Dunque secondo il Presidente “tecnicamente” non vi è alcun ritardo nelle attività dell’Istituto, la situazione è gestita come da normale prassi.