Maurizio Landiniin pressing sul Governo”. Così scrive il quotidiano La Stampa in edicola oggi in un articolo-intervista in cui il Segretario Generale Cgil ripercorre i temi del lavoro che il Governo ha messo al centro dell’agenda politica senza però, finora, dare risposte concrete: riforma degli ammortizzatori sociali, blocco dei licenziamenti, sicurezza nei luoghi di lavoro, ecc.

E proprio sulla proroga del blocco del Landini ritorna, preoccupato di quale sarà la reazione del mercato del lavoro a partire dal 1° luglio prossimo, quando verrà meno il ‘tappo’ di legge che vieta i licenziamenti per i settori industriali e le costruzioni:

Aspettiamo anche una risposta sulla richiesta di proroga del blocco dei licenziamenti e di riforma degli ammortizzatori sociali. Poi abbiamo messo sul tavolo la necessità di andare verso il rinnovo dei contratti pubblici e di definire un rapporto tra gli investimenti che vengono indicati nel piano e la costruzione di politiche industriali e di filiera che siano in grado di qualificare l’attività del nostro Paese. Quindi ci aspettiamo rapidamente delle risposte positive e l’avvio di un confronto di merito senza il quale come organizzazioni sindacali dovremo decidere quali iniziative mette in campo“.

Dunque secondo il Segretario Cgil la questione non è ‘chiusa’, ci sarebbero ancora spiragli per una soluzione che metta in protezione i lavoratori primo del 1° luglio.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.