Intervistato il 2 agosto dal quotidiano Il Messaggero il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico sollecitato dal giornalista si è soffermato su temi importanti in cui è impegnato l’Istituto come la fine di Quota 100 al termine del 2021 e su quale sarà il futuro delle attuali politiche di Bonus covid erogati in questi mesi di pandemia.

Alla domanda del giornalista “Come si esce dalla stagione dei sussidi?” il presidente Inps ha risposto in questo modo: «Per rendere il rilancio duraturo bisogna fornire strumenti aggressivi di politica industriale, fatti di incentivi selettivi, ovvero che cambino le strategie di investimento, di assunzione e di consumo. E poi ovviamente c’è il Pnrr che è importante al di là della quantità di risorse perché sta posizionando il Paese su una frontiera tecnologica più avanzata. Come già accaduto in altri Paesi, a partire dagli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale, la spinta dello Stato nei settori strategici può portarsi dietro gli investimenti privati. L’economia ha la possibilità di godere di un grande sforzo pubblico per alzare l’asticella tecnologica di tutto il Paese».

Ecco dunque che secondo Tridico, e quindi secondo l’Inps, non ci saranno più provvedimenti “a pioggia”, ma questi ultimi saranno selettivi e in tal senso occorrerà avviare delle politiche mirate a sostegno solo di alcune categorie selezionate.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.