I ritardi nei trasferimenti delle risorse ministeriali al Fondo Artigiani – FSBA, come anche denunciato ieri da CNA (clicca qui per leggere l’articolo di TuttoLavoro24.it), hanno alimentato i ritardi nell’erogazione dell’assegno ordinario, le continue attese dei lavoratori e così anche le situazioni di tensione vissute dalle stesse aziende artigiane direttamente coinvolte.

Secondo la Cgil sono 700 mila i dipendenti delle piccole imprese che attendono ancora un ammortizzatore sociale a copertura totale dei mesi di aprile e maggio.

A denunciare la complicata situazione è il Presidente FSBA Dario Bruni che al quotidiano Il Sole 24 Ore in Edicola oggi ha così dichiarato:

”Il ministero del Lavoro deve completare il trasferimento di 825 milioni per «assicurare a centinaia di migliaia di artigiani la cassa integrazione», «ne restano da erogare 517 per completare il pagamento delle prestazioni di aprile». Ma per maggio e giugno servono nuove risorse”.

Dunque dalle parole del Presidente del Fondo Artigiani si comprende che le prossime settimane le attese e le tensioni saranno destinate a crescere poichè il Governo non ha ancora stanziato tutte le risorse necessarie, aggiuntive a quelle previste dal DL Rilancio, i mesi di maggio e giugno.