Dopo le anticipazioni del Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, che il Decreto Sostegni bis conterrà il bonus anche per le lavoratrici e i lavoratori agricoli, sale l’attesa per conoscere esattamente cosa prevederà il provvedimento. In particolare se sarà confermato l’importo di 1.200 euro oppure la cifra sarà un’altra. Non meno importante sarà vedere quali saranno i requisiti di accesso al beneficio che imporrà il Governo.

Nel frattempo arrivano gli apprezzamenti da parte del sindacato Flai-Cgil, che in comunicato stampa dichiara “diamo atto al Ministro di essersi impegnato”.

Un impegno chiaro ed inequivocabile, quello del Ministero già annunciato giorni fa, che il sindacato ’inquadra’ come l’estensione del Bonus a tutti i lavoratori agricoli, non solo i braccianti:

“Il bonus sarebbe una risposta a sostegno del reddito per il lavoro agricolo che, lo ricordiamo, è stato considerato essenziale nei primi mesi di emergenza sanitaria e poi dimenticato dai provvedimenti del governo, in particolare per coloro che lavorano per gli agriturismi, per il florovivaismo e per i lavoratori “fragili” che hanno subito un calo di giornate”.

Dunque stando a queste dichiarazioni appare evidente che il sindacato si aspetta, forse da segnali avuti proprio dal Ministero, che il Bonus non sarà destinato solo ai braccianti ma anche ad altri lavoratori del settore agricolo. Tuttavia è bene precisare che nelle sue dichiarazioni il Ministro Patuanelli si è espresso esplicitamente solo con riguardo ai braccianti agricoli.

Il comunicato del sindacato si conclude ricordando che, con atti concreti, il Governo ha recentemente favorito, con la rimozione di un cavillo, l’estensione del Reddito di emergenza 2021 anche ai lavoratori agricoli:

“Il primo passo era già stato compiuto con la compatibilità del REM con i bonus di marzo e aprile dello scorso anno e ci auguriamo di poter leggere quanto prima il testo del decreto per poter formulare pienamente un nostro giudizio”.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.