Nei giorni in cui le polemiche sul Reddito di Cittadinanza dividono i partiti che appoggiano il Governo Draghi, tra chi ne vorrebbe l’abrogazione (Italia Viva, Lega) e chi vorrebbe migiorarlo (M5S, PD, LeU), c’è chi, come Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle che punta ad allargare la visione sugli strumenti di sostegno al reddito e alla povertà, rilanciando l’idea del Reddito universale.

Obiettivo, neanche troppo nascosto dell’ex comico ligure, è “coinvolgere l’opinione pubblica per costringere il governo a riflettere sulla questione”. Così scrive Repubblica.it a proposito del post di Grillo in cui annuncia la convention che si terrà nei prossimi giorni alla quale per tutti sarà possibile partecipare:

Dal 18 al 21 agosto si terrà il più grande congresso online sul Reddito universale. Iscrivetevi e partecipate”, scrive su Twitter.

Le informazioni continuano poi sul suo blog dove ha pubblicato anche il programma e il link per iscriversi all’evento, il ventiduesimo congresso del Basic Income Network. “Il tema del Congresso di Glascow di quest’anno – spiega Grillo – è ‘dall’idea alla realtà’; considerare come possiamo trasformare il reddito di base universale da una grande idea di cambiamento a realtà”.

Il tutto per discutere di un unico grande obiettivo: “garantire a tutti i cittadini lo stesso livello di partenza: un reddito di base universale, per diritto di nascita, destinato a tutti, dai più poveri ai più ricchi, che vada oltre questa emergenza”.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.