Sono già partiti e possibilmente sono in arrivo i pagamenti dell’Assegno temporaneo per le famiglie con figli, detto anche Assegno ‘ponte’ perchè sarà vigente per appena 6 mesi – da luglio a dicembre 2021 – in attesa che dal 1° gennaio 2022 parta l’Assegno unico e universale per tutti.

Ad annunciarlo è lo stesso Inps attraverso i suoi profili social ufficiali:

Un impegno di pagamento per “17 mila assegni” e quindi per 17 mila nuclei familiari beneficiari che potranno visualizzare sul proprio Cassetto previdenziale l’esito e la data del pagamento nei prossimi giorni. Con ogni probabilità entro la prima settimana di agosto. Anche se non si possono escludere delle ‘code’ anche nella settimana successiva.

Chi sono i beneficiari di questi pagamenti c’è lo dice proprio l’Istituto quando scrive che “verranno pagate tutte le domande accolte”. Un precisazione non di poco conto in quanto tra coloro che non hanno fatto domanda, perchè beneficeranno dell’Assegno temporaneo per via automatica, ci sono i percettori del Reddito di cittadinanza.

Pertanto Inps ha fatto sapere ‘senza dirlo’ che i beneficiari del Rdc non devono aspettarsi in pagamenti in questi giorni. Per loro i pagamenti sono destinati evidentemente a essere realizzati secondo questa tempistica: clicca qui.

Trattandosi di 17 mila beneficiari è praticamente certo che questa prima tranche di pagamenti riguarderà solo coloro che hanno fatto domanda i primissimi giorni di luglio, se non addirittura il 1° di luglio. Sì, perchè un comunicato stampa Inps datato 2 luglio 2021 faceva sapere che “a meno di due giorni dall’apertura della procedura per l’assegno temporaneo sul sito dell’Inps, sono pervenute già 75.000 domande“. Dunque è assai probabile che in queste due giornate vadano cercati i 17mila ‘pionieri’ beneficiari del nuovo sussidio.

Per conoscere i requisiti di accesso all’Assegno temporaneo e gli importi destinati alle famiglie clicca qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.