Il Bonus 200 euro sarà erogato nel mese di luglio 2022 ad una vasta platea di lavoratori, pensionati e percettori di sussidi.

Le modalità di erogazione della indennità una tantum sono molteplici: cambiano a seconda se si è dipendenti (anticipa il datore di lavoro e chiede il rimborso a Inps, in presenza di questo requisito), oppurre pensionati o percettori RdCNASpI oppure i beneficiari dei Bonus Covid nel 2021 (paga Inps in automatico). Diverso è il caso di alcune categorie (come i lavoratori domestici o gli stagionali, lavoratori dello spettacolo, collaboratori, ecc.) che sono in attesa di fare domanda a Inps.

Ma al di là di chi lo eroga e come si percepisce, uno dei principi sanciti dal Decreto Aiuti che lo ha istituto è la sua unicità. Vale a dire il Bonus può essere ricevuto una sola volta.

Ne consegue che non è consentito fare domanda a Inps e nel frattempo riceverlo da datore di lavoro consegnandogli l’AUTO-DICHIARAZIONE (clicca qui per scaricarla).

Ma cosa succede se il lavoratore chiedesse più bonus senza averne diritto? Esempio: se lo chiede a due diversi datori di lavoro, pensiamo al caso dei lavoratori part-time. Oppure se lo chiede al datore sapendo che gli spetta in automatico da Inps come nel caso degli stagionali che hanno percepito i Bonus Covid oppure i braccianti che lo riceveranno con la Disoccupazione Agricola.

In questi casi sarà Inps, grazie all’incrocio dei dati, a rilevare il doppio pagamento. Prenderà quindi contatto con ciascun datore di lavoro ‘truffato‘ al quale chiederà la restituzione dell’importo indebitamente versato. A quel punto il datore potrà recuperare i 200 euro in più attraverso il cedolino paga del lavoratore dipendente.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].